NEWS POLITICA QUALITÀ LECONT TROPHY

LeCont ai vertici del mondo dell'innovazione elettronica

27/01/2021



A volte Davide batte Golia, anche nello scatto e nello sprint. Benché nel karting lotti contro alcuni veri e propri giganti industriali del mondo degli pneumatici, la (relativamente) piccola LeCont è stata, infatti, la prima azienda al mondo ad applicare la tecnologia RFID (identificazione tramite un segnale a radiofrequenza) agli pneumatici nel settore della competizione motoristica!
Si tratta di un sistema che prevede la presenza di un microchip annegato all'interno della carcassa dello pneumatico che, passando sotto un portale di rilevamento, permette l'immediata identificazione dello pneumatico e del conducente cui è assegnato.
Disciplina motoristica per certi versi in miniatura, il karting è sempre stata la "palestra" formativa degli assi della F1 di domani per quello che concerne i piloti, ma spesso svolge anche il ruolo di vero centro di innovazione tecnologica. Proprio LeCont lo ha confermato ancora una volta, introducendo per la prima volta in gara la tecnologia RFID (si tratta di un'etichetta elettronica identificativa integrata nei suoi pneumatici) in occasione della finale del Campionato del Mondo U18 2012, disputata in Bahrain. Si è trattato di una prima assoluta nel mondo delle competizioni motoristiche, cui ora, a oltre due anni di distanza, stanno per accedere altre formule automobilistiche che corrono sotto l'egida della FIA e non solo.
"Grazie alla LeCont il karting ha dimostrato ancora una volta di non essere solo la scuola dei campioni di domani, ma anche un vero e proprio laboratorio di sviluppo tecnologico", aveva commentato sul sito ufficiale della FIA, l'olandese Kees van de Grint, vice-Presidente della Commissione Karting della Federazione Internazionale. "Poco più di 50 anni fa, il karting aveva introdotto i primi pneumatici slick in circuito. Oggi, si dimostra precursore con il sistema RFID introdotto da LeCont, che offre vantaggi enormi in termini di risparmio di tempo e personale, con controlli fortemente semplificati e accelerati. Il futuro è questo ed è evidente che a breve questa tecnologia sarà utilizzata ben oltre il karting".
La Formula 1 guarda, infatti, da tempo e con vivo interesse a questa tecnologia. LeCont è già pronta.
Oggi, con il sistema completo "RFID Inside - SmarTyre" sviluppato in collaborazione con la società olandese FERM e introdotto in gara da LeCont è possibile indentificare in un solo passaggio sotto lo speciale portale elettronico LeCont (battezzato ironicamente "Check Point Charlie") tutti e quattro gli pneumatici montati sul kart ed eventualmente anche i due di scorta alloggiati nel carrello di trasporto del kart, al momento della sua entrata in pre-griglia e anche alla sua uscita verso il paddock dopo l'arrivo. Cioè prima e dopo che il kart corra in pista. Tuttavia, LeCont lo scorso anno si è spinta, oltre questo stadio, in occasione della 24 Ore di Le Mans karting 2013, quando lo speciale portale di lettura era stato montato nella corsia box e i tecnici della LeCont avevano potuto provvedere al controllo identificativo degli pneumatici montati sui kart che transitavano nella corsia box, prima e dopo ogni sosta per rifornire durante la gara. Grazie al sistema messo a punto da LeCont che consente oltre 200 letture al secondo di ogni singolo RFID, è infatti possibile procedere alle verifiche dell'identità di ogni pneumatico mentre il kart è in azione. In futuro, questo sistema costituirà un'evoluzione radicale nel sistema di controllo degli pneumatici. Sono molte altre le novità allo studio in materia. Tanto che, in avvenire, il sistema potrà avere ulteriori sviluppi e permettere, per esempio, di comunicare immediatamente il numero di chilometri percorsi da ciascun pneumatico.

FIA